Ancora Corrieri Cosmici

Poco più di una ventina di minuti di suoni cosmici, perfetti per il rituale del sonno nella capsula spaziale. Il viaggio al quale ci siamo indirizzati dura appunto una ventina di minuti; venticinque, per essere precisi. All’interno di questo alveo sonoro si trovano peraltro storie più complesse di quella unicamente siderale e di frontiera. Affiorano infatti paesaggi lussureggianti verdi e dorati, foreste di geroglifici, accensioni, fuochi notturni, certamente profumi di spezie, e molto altro ancora, tra cui cromatismi che solo il sonno può decifrare.

Annunci

Un pensiero riguardo “Ancora Corrieri Cosmici”

  1. […] My Love è partita per la sua seconda patria italica dopo Padova, e dunque, allontanato momentaneamente dalle effusioni romantiche, riverso le mie residue speculazioni intellettuali sui viaggi nel tempo. Mi accompagnano in questo caso alcune antiche opere viniliche dei Tangerine Dream, che ho al volo recensito in due post dell’Osservatorio Sandbox: insomma, corrieri cosmici e poi ancora corrieri cosmici. […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...