Escursionismo Creativo e Scrittura Selvaggia

Ci sono parole che mi ispirano più di altre. La parola “escursione” è più che mai una di queste. Nella traduzione inglese mi piace ancora di più: hike, una sola sillaba piena della potenza del do it yourself, tipica del cow boy suburbano che abbandona anche solo per qualche manciata di ore i grattacieli delle sue caotiche città, per immergersi nei boschi che furono esaltati da Thoreau.

In questo periodo sto tornando a interessarmi di creatività e scrittura, approfondendo nella prassi esperienziale le parole pronunciate da Natalie Goldberg nel suo storico Writing Down the Bones Freeing the Writer Within, noto in Italia col titolo di Scrivere Zen. In fondo, anche gli esercizi di addestramento alla scrittura sono delle vere e proprie escursioni; più precisamente escursioni nella nostra mente selvaggia. Peccato che l’editoria italiana abbia sostanzialmente dimenticato questa straordinaria autrice. Mi piacerebbe molto vedere in libreria titoli come Wild Mind o Thunder and Lighting.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...